Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Carfagna’

Puttana come mamma l'ha fatta

Casta verginella: l'espressione è quella

La Fico ha le idee chiare: “Metto all’asta la mia verginità per un milione di euro. Voglio proprio vedere se c’è qualcuno che tiri fuori questa somma per avermi […] Se qualcuno pagherà un milione di euro per me, sarò di certo imbarazzata. Ma con questi soldi potrò realizzare i miei sogni. Comprarmi una casa a Roma e pagarmi un corso di recitazione”.

Vent’anni, vergine,  manager del proprio tesoretto, giusto un pelino “imbarazzata” ma decisa.

Un curriculum da fare invidia a milioni di puttanelle in erba: Miss Valle Caudina 2006, Miss Gran Prix 2007, Miss Rocchetta, appena uscita dalla casa del Grande Fratello inespugnata, con un po’ di fortuna la ragazza riuscirà a farsi sfondare abbondantemente fuori tariffa pur di sfondare nel mondo dello spettacolo.

Father Acid Pius

Father Acid Pius

E con l’aiuto di Padre Pio. E sì perché Raffaella è un esempio di ragazza, tutta casa e chiesa, lo dice persino il fratello: “Non ha mai avuto un ragazzo. Ci metto la mano sul fuoco e sfido chiunque a sostenere il contrario. Lei è tanto devota e ogni sera prega Padre Pio“.

E noi siamo sicuri che il buon San Pio di Pietralcina, che le mani se l’era bruciate da sé al posto del fratellino, e che di figa se ne intendeva non poco, dall’alto della sua gloria intercederà affinché questa ragazza di umili origini possa coronare il suo sogno di puttanella d’alto bordo.

Altissimo anzi, tanto che un santo solo può non bastare: ci vorrebbe una vera trinità figaiola al fianco della verginella.  Beh a pensarci bene la santa c’è e ha già fatto la sua parte: è la nostra Goretti parlamentare, devota di Suor Dentona, con la sua legge pensata apposta per favorire le oneste puttane d’alto bordo e togliere di mezzo la concorrenza stracciona. Non ci sono dunque impedimenti formali.

Mancherebbe il terzo, un santo minore diciamo, che abbia come nessun altro a cuore le brave ragazze italiane casa e chiesa e sia deciso ad incarnare un ruolo di spessore nel rito iniziatico. Con queste qualità, l’unico santo che che può venire in soccorso della giovane raffaella è San Rocco, non certo quello di Montpellier, ma San Rocco Siffredi da Ortona protettore delle puttanelle in erba.

San Rocco Siffredi di Ortona protettore delle puttanelle in erba

San Rocco Siffredi da Ortona protettore delle puttanelle in erba

Con Padre Pio davanti, Santa Goretti al fianco e San Rocco da Ortona a coprirti le spalle stanne certa, cara Raffaella, non ti basterà ingoiare “un bicchiere di vino” per superare l'”imbarazzo”, ma in compenso avrai una iniziazione mercenaria con i fiocchi e potrai coronare senza più imbarazzo tutti i tuoi sogni nel mondo dello spettacolo. Vedrai, dopo quello lì, della trafila di cazzi che si profila all’orizzonte della tua carriera non ne sentirai nemmeno uno.

Annunci

Read Full Post »

Fa bene il Premier a uscire in difesa della sua Ministra dott.ssa M. Carfagna, un po’ scoraggiata dopo essere stata ricoperta di fango in quei di Piazza Navona. Il modo poi non sorprende: paragonarla a una santa è un ossimoro iperbolico che garantisce il massimo sfruttamento dello scandaletto in termini di distrazione dalla distrazione. Sì, un meccanismo di messa sullo sfondo a doppio strato dei problemi reali del paese, cui dovrebbe attendere il governo, paraventati invece dietro ai ‘grattacapi’ giudiziari del premier, prima preoccupazione e occupazione a tempo pieno della maggioranza, a loro volta schermati da quei piccoli incidenti di percorso che possono sempre intralciare, con alterna fortuna s’intende (Clinton docet), il percorso di ogni uomo di stato che oltre a due palle autoritarie abbia anche un cazzo di autorevolezza.

Meno chiare invece sono le ragioni della scelta, fra le tante, della santa Maria Goretti,

Perché insomma la santa marchigiana, patrona dell’agro pontino? Lettura troppo affrettata? Tutto si potrà  dire del cavaliere, ma non che si sia inacidito.

Perché non, invece, in vista di una futura canonizzazione della dottoressa, incominciare dal basso, proponendo il paragone con una beata o semplicemente una suora che abbia reso analoghi servigi ai difensori della patria?

Misterio insomma, che solo un’attenta valutazione delle competenze agiografiche del premier potrebbe svelare.

L’importante è che anche di questo si continui a parlare, a cazzeggiare allegremente come testè dimostrato, mentre il paese affonda.

Read Full Post »