Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘censura’

Papabanner is back

Papabanner

Il simpatico bannerno che vedete a fianco, creazione del Burbero scontroso, è di nuovo disponibile.

Era stato ritirato in seguito a proteste di alcuni “esponenti della Curia” e le minacce di denuncia per diffamazione a carico dell’autore.

Trascorsa l’estate, il burbero torna alla carica e ce lo ripropone. Non solo, gli dedica un sito tutto suo, e lancia un contest di bannerini ad analogo contenuto:

… i banner stanno a manifestare la lontananza filosofica e politica del sito (e del suo autore) dalle posizioni della Chiesa sui temi più scottanti (aborto, eutanasia, omosessualità, ecc…). Sono un’etichetta che dice: “questo sito esprime idee discordanti o critiche rispetto a quelle della Chiesa Cattolica”. Questa non è un’interpretazione tra le altre ma è L’INTERPRETAZIONE ufficiale, scritta a chiare lettere“.

Congratulazioni per aver saputo tenere testa alle intimidazioni di chi non ammette alternative al proprio dogmatismo e cerca di reprimerne persino le espessioni più legittime.

Ed ecco, senza pretesa, il nostro piccolo contributo: qualche banner forse papabile e qualcuno “fuoriconcorso”. Bonus: un’animazione 😀

Annunci

Read Full Post »

...

...

Tutto ebbe inizio a giugno, quando, “nonostante le più ampie rassicurazioni fornite dal Ministro Bondi” e accertata la disponibilità di fondi, viene abrogato il tax credit, ovvero il credito d’imposta per il settore, insomma le misure di incentivo fiscale per il cinema italiano.

“Deve essere chiaro a tutti – ammonirono a coro Anica, Agis e Api in una nota congiunta – che il governo, venendo meno a impegni precisi, ha deciso di infliggere un colpo mortale al cinema italiano nel momento in cui dimostra appieno, anche a livello internazionale, la sua vitalità artistica e industriale”.

1

...

Era solo l’inizio. Er Bondiola, già segretario personale di Silvio, curatore dell’indimenticabile Una storia italiana che nel 2001 seppe guadagnarsi un posticino accanto all’album fotografico di ogni famiglia italiana; scrittore dalla penna agile, con una produzione che spazia da Frate Leonardo Valazzana da Fivizzano (Pacini Fazzi, 2001) a Io, Berlusconi, le donne, la poesia (Aliberti, fresco di stampa) doveva ancora scoprire la sua passione amore odio per il cinema, mettere a punto la sua personale Moviola, optare per l’odio e dunque decidere di distruggerlo definitivamente. Ebbene ci siamo.

Il 7 agosto, dopo la visione privata di ‘Il sol dell’avvenire‘ di Gianfranco Pannone, pellicola sulla nascita delle Br realizzata con finanziamenti statali, er Bondiola darà “precise direttive affinché venga impedito in futuro che lo Stato possa finanziare opere che non solo non mostrano di possedere alcuna qualità culturale, ma che riaprono drammatiche ferite nella coscienza etica del nostro Paese”. Il film, presentato al festival di Locarno due giorni dopo, raccoglie “lunghi e continui applausi” dal pubblico entusiasta.

eXtasi

eXtasi

Ma la cosa non va giù al ministro.  Ratto in Dio per contemplazione estatica ed ivi turbato, er Bondiola si rifa vivo il 10 agosto, per annunciare di essere “intenzionato a istituire una commissione ministeriale che valuti i progetti di film da un punto di vista specificamente etico o politico”.

“Etico e politico” in un paese dove all’etica si è sostituita la morale cattotalebana e alla politica la criminalità parapolitica significa censura preventiva della peggior specie, diciamo anche censura di regime.

Ciack, sforbiciata: sono già all’opera. Il 19 agosto apprendiamo che il Documentario ‘Quando combattono gli elefanti’ di Simone Amendola, che racconta la vicenda di De Angelis, il macchinista licenziato e al centro della cronaca di questi giorni, e’ stato rifiutato alla Mostra del Cinema di Venezia perche’ “sembra sia stato considerato troppo militante“. Proprio a Venezia, dove su proposta di Articolo21 “Il tema delle morti sul lavoro sarà oggetto di una proiezione speciale”. Speciale certo, come speciali saranno le leggi che vedremo fioccare da qui in avanti, a tutela del’arte vera e condanna di quella degenerata (entartete Kunst per gli addetti ai lavori).

La mostra apre oggi: buona fortuna a George Clooney e a Brad Pitt e congratulazioni al Direttore Marco Müller!

...

...

Read Full Post »