Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘impronte’

Come se il culo dicesse alla testa: “dobbiamo lottare contro le emorroidi”.

Comunque è così che ci piace il leader leghista, tornato, in occasione del congresso della Lega Nord-Liga veneta, ai toni e ai gesti di una volta, pronto a spaccare tutto, a incominciare dalla coalizione di governo.

“Dobbiamo lottare contro la canaglia centralista” […] “Dobbiamo lottare contro questo stato fascista”. “Non dobbiamo più essere schiavi di Roma. Toh… all’inno di Mameli dico io“. E giù il gestacio.

E “Dopo il federalismo bisogna passare anche alla riforma della scuola. Non possiamo più lasciare martoriare i nostri figli da gente che non viene dal Nord. Il problema della scuola è molto sentito perché tocca tutte le famiglie“.

Beh proprio tutte tutte no, o almeno non nei modi e nella stessa misura in cui investe la famiglia Bossi. Ma va bene così: stop ai professorucoli terroni che non conoscono la storia della Padania, e chi se ne frega se sono i voti dei loro conterronei a tenerci le natiche incollate alle poltrone. Riscrivere la storia del Nord e stamparla sui libri di scuola, e magari in appendice anche il tema su Cattaneo del suo fiul, che anche a modo suo sta facendo storia, poveraccio, steccato due volte alla maturità.

“La storia ha dimostrato che ogni volta che il Lombardo-Veneto si è unito ha vinto: ha la forza di battere chiunque, di abbattere gli Stati e forse sarà necessario farlo“.

Forse… ma vediamo di misurarla un po’ questa forza, perché dopo le ultime cagate della lega si rischia poi che le emorroidi ve le spinga su ancora una volta il cavaliere, non con quei ditini che popolano i vostri incubi da asini nazisti, ma con la carota del federalismo; e, ironia della sorte, solo per salvarsi il suo, di culo.

Annunci

Read Full Post »

Ahhh meno male… che sollievo! Dal 2010 saremo schedati tutti quanti, grandi e piccini, italiani residenziali sani e stranieri nomadi infetti. Ed io che per un attimo ho pensato che il ministro Maroni ce l’avesse con i piccoli Rom e che, d’accordo con la santa Inquisizione, li volesse mandare tutti a scuola in modo da poterli giustamente rincoglionire fin dalla tenera età con la nostra superstizione di Stato. Così è tutta un’altra musica: bravi! fate bene a dire:

E anche se francamente devo dirmi ancora un po’ perplesso sull’aggravante per clandestinità, sono sempre più fiducioso che, come auspicano dall’Europa, troverete una soluzione accomodante.

Read Full Post »